Il Corso di studi si articola attualmente in quattro indirizzi che orientano le comuni competenze culturali, pedagogiche, sociali e metodologiche verso specifiche conoscenze e abilità professionali che qualificano educatori negli ambiti:

  • dei servizi alla prima infanzia (nidi, micronidi, centri prima infanzia, nidi famiglia, ludoteche, animazione educativa in genere, e nei luoghi di cura ospedaliera);
  •  della rete dei servizi socio-comunitari territoriali che sostengono le più diverse categorie di minori e adulti, italiani e stranieri;
  • dei servizi educativi e assistenziali specifici per anziani e per le famiglie di e con anziani;
  • dei servizi per la formazione e l'aggiornamento del personale, istituiti dalle istituzioni pubbliche, dalle imprese private, dalle associazioni di categoria, dalle cooperative o dal volontariato.

Ai quattro ambiti corrispondono quattro percorsi curricolari; trasversalmente a essi sono presenti nei piani degli studi insegnamenti che implementano due assi culturali ai quali il corso  è tradizionalmente sensibile: quello della sostenibilità, orientato alla promozione dello sviluppo attraverso la valorizzazione delle risorse naturali, culturali e sociali del territorio; e quello dell'educazione interculturale.
I primi due percorsi sono ormai consolidati e hanno raccolto negli anni un ampio consenso in termini di iscritti; gli altri due indirizzi sono stati inseriti nell'offerta formativa a parrtire dall'anno accademico 2013-2014.

L'educatore formato dal corso di studi è preparato per operare nei contesti pubblici e del privato sociale, nelle professioni educative autonome non regolamentate impegnate nei vari settori dell'educazione extrascolastica e lavorativa (asili nido, iniziative di educazione ambientale, anziani, cooperative di sostegno e di intervento sociale per le più diverse tipologie di soggetti eccetera), nonché nei servizi di progettazione, sostegno e valutazione della formazione del personale comunque promossi nelle imprese pubbliche e private.

Il Corso di studi in Scienze dell’Educazione prevede, per tutti e quattro i curricula, la realizzazione obbligatoria di un tirocinio curricolare nel quale si sperimenta, in maniera diretta e indiretta e, soprattutto, in maniera culturalmente riflessiva, il lavoro che si svolge nelle diverse organizzazioni in cui l’educatore potrà essere chiamato a operare.