AVVISO IMPORTANTE

Il plagio, vale a dire l’appropriazione per mezzo di copia totale o parziale dell’opera altrui, è un reato. Gli studenti che si accingono alla stesura della prova finale in vista del conseguimento dei titoli di laurea e di laurea magistrale devono esserne consapevoli, per assumersi tutte le conseguenze di eventuali atti di questo tipo.  In particolare, devono porre attenzione a citare con la massima scrupolosità la fonte, sia cartacea che elettronica, dalla quale derivano informazioni, brani e passi riportati nel proprio testo; in nessun caso è consentito riprendere il testo dell’elaborato della propria prova finale da libri, riviste, siti elettronici, anche in forma di parafrasi riassuntiva. Si ricorda che la “Carta dei diritti e dei doveri degli studenti e delle studentesse”, consultabile all’indirizzo http://www.unibg.it/sites/default/files/normativa/12-05-2015/74024.pdf, fa esplicito divieto (art. 5, comma 2) “agli Studenti di utilizzare qualsiasi supporto finalizzato ad alterare la verifica delle conoscenze realmente acquisite; questi hanno pertanto il dovere di tenere un comportamento conforme a lealtà e correttezza. Gli Studenti hanno il dovere etico e giuridico di astenersi dal porre in essere qualsiasi attività di plagio sia nello svolgimento di esami che richiedano la redazione di un elaborato sia nella stesura della prova finale di laurea”.